IL NERO NELLA MODA NON E’ SEMPLICEMENTE UN COLORE

Il nero nella moda

Hey tu, fai parte della folta schiera di quelli che “Eh ma il nero sta bene su tutto dai…”

Dici sul serio?

Bravo!

Eh c’ è poco da fare ragazzi: se una faccia della luna è costituita dal bianco, il dark side è inevitabilmente presidiato dal nero. Lo Yin e lo Yang della moda.

Ed è in questa atmosfera, quasi mistica, che andiamo ad approfondire cosa rappresenta il nero nel mondo della moda.
Salta su!

Questo è l’anno del nero…

E’ sempre l’ anno del nero

Ogni anno si dice “quest’ anno è l’ anno del nero”, “il nero torna protagonista”, “riscoperta l’ eleganza del nero”.

No cari miei, il nero non è MAI passato di moda, quindi non c’è un “ritornare a”, ma semplicemente occupa il posto che è sempre stato suo.

Ma perchè?

Beh, le ragioni sono molteplici.
Il nero è raffinato, affascinante, misterioso… è l’ indiziato numero uno in fatto di eleganza.


E come se non bastasse possiamo dire con scioltezza che è adatto a tutte le stagioni, evergreen tra gli evergreen.

Facciamo gli intellettuali: la semantica

Il nero come racconto di una storia

Eeeh che paroloni!
Ebbene ragazzuoli, a parte i soliti discorsi sul fatto che il nero(come il viola)nel mondo occidentale richiami lutti e sventure varie, esso ha una sua semantica. Anche storica se vogliamo.

Molto più di un colore

Come dicevamo, non solo è il colore dell’eleganza, ma è molto di più…

A mio modesto avviso possiamo tranquillamente affermare che si tratti della componente cromatica dello storytelling.

Grazie al suo potere evocativo, infatti, riesce a raccontare molto di chi lo indossa vantando nel suo arsenale la giusta carica emozionale necessaria per dare profondità al contesto in cui viene inserito.

La sua “arma segreta”?

Essa è rappresentata dal fatto che sicuramente riesce ad infondere il fascino del mistero, ma allo stesso tempo(e qui si crea la magia) permette di focalizzarsi sulla persona quasi come se in maniera volontaria decidesse di scomparire e di sottolineare la centralità dell’ individuo nell’ espressione del proprio essere.

-Ma allora è tanta roba questo nero!

Assolutamente sì. Tanta roba davvero.
E non è finita qui.

Nero, il ribelle

Infatti esso assume anche la connotazione di quasi rifiuto del mainstream(malgrado negli anni sia diventato esso stesso il colore più mainstream di tutti!) e, di conseguenza, ribellione nei confronti della massa che imperterrita continua a seguire standard più o meno imposti.


Insomma è un/una dodicenne impazzito/a questo nero, vuole sfatare credenze, miti e tracciare il proprio cammino.

Non volendo abbiamo anche sottolineato la sfumatura sociologica di questo colore.
E pensare che all’ inizio volevo semplicemente parlare di vestiti…

Questo è il bello della contaminazione: si parte da un argomento per poi estendere il discorso a tante altre cose che trattate separatamente sembrerebbero non averci nulla a che fare, ma che poi inevitabilmente influenzano o vengono influenzate a loro volta.

A corollario di quanto esposto finora, mi sento di proporvi un bell’ articolo sul significato psicologico del colore nero.


A questo punto non ci resta che fare dei ringraziamenti dato che il varco di collegamento tra il mondo espresso dal nero e la moda è stato aperto da menti rivoluzionarie che hanno “esportato” il nero come simbolo di eleganza, e di conseguenza hanno cambiato il mondo dello stile.

Tra i vari pionieri, non possiamo non menzionare Yves Saint Laurent, o magari Giorgio Armani che ha fatto della sua t-shirt nera un marchio di fabbrica, fino ad arrivare a tutti gli addetti ai lavori che un pò per comodità e un pò per seguire la filosofia “follow the leader” ne hanno fatto un must have.

Il nero: dai temi “alti” alla praticità quotidiana

Il nero nella vita di tutti i giorni



Passiamo dai temi “alti” a quelli un pò più di ordine pratico, perchè non dimentichiamo che l’ amico “black” offre grandi opportunità da questo punto di vista.

Pensateci un attimo: quando fa particolarmente caldo e siete sudati, una bella t-shirt nera è molto più “accettabile” e camuffante di una rossa per esempio.

E quando il top del vostro outfit è stropicciato? Se nero, sicuramente sarà meno “notabile” del bianco o comunque di un colore che ne accentua l’ effetto visivo.

Quando per un motivo o per un altro vi sporcate la camicia/t-shirt-cardigan-giacca-ecc. qual è il colore che almeno temporaneamente vi fa sentire meno “sporchi” o comunque non rende il problema troppo evidente?
Sempre lui. Il nero.

Una vera e propria scialuppa di salvataggio che corre a salvarci in situazioni di tempesta.

E adesso arriva il bello: possibili outfit

Il nero e la creazione di outfit

Ok va bene tutto, ma adesso vogliamo parlare dell’ argomento succoso che ci piace tanto?

Perfetto.
L’ astrofisica nucleare studia le reazioni nucleari che…..scherzo raga!

La MODA e gli OUTFIT sono gli argomenti che più appassionano noi sfigati odiatori dell’ umanità!

A questo giro, ho pensato di evitare abbinamenti che fossero composti parzialmente da abiti neri in quanto non vedo particolari difficoltà, mentre io sono qui per dare una mano(giusto?).

Non a caso in questo articolo ho preferito occuparmi in maniera specifica del total black dato che non è affatto semplice studiare degli outfit stilosi e convincenti.

“Che ci vuole, tanto è tutto nero!”

Sbagliato.

La minaccia numero uno risponde al nome di NOIA.

Sì, la noia.
Vestirsi in total black sembra non essere niente di difficile, ma devi evitare di essere monotono.

Come al solito in nostro soccorso arrivano creatività e fantasia.

Vèstiti d’estate!

Per un look estivo una bella idea potrebbe essere indossare dei pantaloni neri(chi l’ avrebbe mai detto) eleganti, senza cintura, con una bella t-shirt attillata nera, mocassini neri con nappine.


Come avrai notato, siamo rimasti sul nero integrale senza strafare, eppure posso garantirti che il risultato è garantito.

Continuiamo con la bella stagione.
Che ne dici di un bel paio di chinos neri, camicia nera a pois piccoli (bianchi o magari red wine o azzurri), scarpe monk nere con frange red wine o azzurre?

Qualcosa che vada bene anche in primavera/autunno.
Ho pensato a dei bei jeans skinny neri, chelsea boots neri in pelle, t-shirt con scritta o stampe(senza sfociare nel pacchiano), chiodo in pelle.

Per gli amanti dei blazer..
Pantaloni neri eleganti, sneakers nere con suola bianca che permette di spezzare il ton sur ton, t-shirt nera con scollo a V, blazer total black o magari con fantasie particolari.

L’ inverno sta arrivando?

Beh, non abbiamo che da scegliere.
In nostro soccorso arrivano felpe con stampe o scritte che ci restituiscono quello streetstyle mood che fa tanto cool e ci rende cosmopoliti come nient’ altro al mondo.


Ma non è finita qui, possiamo tranquillamente abbinare maglie, cardigan, pantaloni cargo, il tutto abilmente mixato attraverso un gioco di tessuti(texture come divebbevo gli addetti ai lavovi…) che diversificheranno l’ effetto ottico dei vari “neri” che andremo ad indossare.

Un pò di Amarcord
Nella nostra modernità non dimentichiamoci delle cose belle del passato che inevitabilmente investono il nostro presente: i dolcevita.


I cari maglioni “a collo alto” che ci tengono caldi e ci riportano con il cuore e con la mente ai bei tempi(che furono) tanto decantati dai nostri genitori..

E i capispalla?
Immagino mi vogliate morto.
Cappotti, giacche, bomber, qui davvero è il delirio perchè con la varietà di tessuti, tonalità di colore e fantasie più disparate possiamo creare decine e decine di outfits.

Conclusione e saluti

Come ogni viaggio che si rispetti c’è un inizio, c’è un durante e purtroppo una fine.

Il nostro volge al termine.
Dopo aver fatto un bell’ excursus riguardo al nero e a ciò che rappresenta nella moda e non solo, ti ringrazio, ti saluto e spero ti sia divertito.

Adesso sai qualcosa in più ed avrai qualche difficoltà in meno con il nero ed il total black.

Alla prossima!

Francesco

L’ Allegro – aka Francesco Allegretta


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *